Parco della Valle del Boia
Parco della Valle del Boia

Il territorio del Parco della Valle del Boia si colloca entro i confini comunali di tre paesi: Besnate ad Ovest, Cavaria con Premezzo ad est e Jerago con Orago a Nord.
Occupa circa 2 kmq e si colloca a cavallo tra la parte del territorio varesino considerato collina e la pianura.
Per giungere al Parco: stazione ferroviaria di Cavaria a 1 km circa, oppure uscite autostrada Cavaria o Besnate.
Il suo più interessante e intrigante biglietto da visita sta proprio nel curioso contrasto tra la sua denominazione e la variegata e rigogliosa natura del territorio fatto di boschi e prati, di sorgenti e paludi, di fontanili e stagni, di maestosi alberi e variopinti cespugli, di multiforme fauna e di gente laboriosa, di turriti castelli e artistiche chiese, di memoria storica e voglia di futuro.
Passeggiando per i sentieri del Parco della Valle del Boia entriamo in contatto, spesso in modo inconsapevole con diversi ecosistemi che nel loro complesso caratterizzano il nostro piccolo “polmone verde”.
Il territorio del Parco è interessato da un buon numero di sentieri agevoli e facilmente praticabili sia a piedi che in mountain bike.
Esistono due itinerari principali segnalati, uno denominato “Percorso vita”, l’altro “Percorso Natura” che conducono nella parte principale del Parco.
Il percorso vita ha una lunghezza approssimativa di 1 km; il tempo di percorrenza solo per escursione è di circa 15 min, altrimenti in base al tempo dedicato agli esercizi, attrezzatura: strutture per esercizi ginnici, area pic-nic, tavolini, barbecue, giochi per bimbi.
E’ segnalato con vernice gialla sui tronchi degli alberi, cartelli indicatori direzioni.
Il percorso natura ha una lunghezza approssimativa di 3,5 km; il tempo di percorrenza solo
per escursione e di circa 45 min. altrimenti in base al tempo dedicato agli esercizi, attrezzatura: strutture per esercizi ginnici.
Alcune immagini sono riportate nella galleria fotografica.
Purtroppo spesso vengono compiuti atti di vandalismo e di inciviltà. Se anche tu vuoi aiutarci ad evitare che questo succeda puoi diventare Custode del Parco. E' un incarico gratuito e volontario che ci permetterà di contare su piu persone per contrastare gli atti di distruzione e di stupidità di alcuni. Ti verrà fornito un cappellino, una pettorina e un tesserino di riconoscimento.