Governance


Questa sezione del sito internet è dedicata alla "Governance", ove è possibile consultare le informazioni sul "mandato istituzionale" e trovare lettura dello Statuto Comunale.
Il "mandato istituzionale" definisce il perimetro nell'ambito del quale il Comune di Cavaria con Premezzo può e deve operare in base a quanto stabilito dalla Costituzione, dalla legge sull'ordinamento dell'Ente locale (ovvero sia il Testo Unico Enti Locali D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000 e successive modificazioni ed integrazioni), e dai primi articoli dello Statuto Comunale (lo Statuto è stato adottato dal Consiglio Comunale nelle sedute del 3 aprile e del 30 maggio 2000 con deliberazioni numero 22 e 25 - pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia serie straordinaria ineserzioni n. 41/3 del 09/10/2000).
 
Sostanzialmente, il titolo V della Costituzione riconosce al Comune il ruolo di interprete primario dei bisogni della collettività costituendo uno dei livelli istituzionali di governo più vicino ai cittadini. Infatti, al Comune è assegnato un ruolo di grande importanza, ruolo che viene svolto tramite l'esercizio di funzioni proprie relative alla cura degli interessi della comunità locale, l'esercizio di funzioni attribuite o delegate o conferite dallo Stato e dalle Regioni.
Anche l'art. 13 del Testo Unico Enti Locali D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000 riconosce al Comune il ruolo di interprete primario dei bisogni della collettività locale, di cui rappresenta gli interessi e promuove lo sviluppo. Quindi, il Comune esercite tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione ed il territorio, con particolare riferimento ai settori organici dei servizi alla persona e alla comunità, dell'assetto ed utilizzazione del territorio e dello sviluppo economico.
Nello Statuto del Comune di Cavaria con Premezzo sono specificati i principi fondamentali su cui si fonda il mandato istituzionale: 
 
"il Comune rappresenta la propria Comunità, cura gli interessi e promuove lo sviluppo della Comunità che rappresenta" 

 
Le finalità del Comune di Cavaria con Premezzo sono:
  • la promozione e lo sviluppo economico e sociale finalizzato all'affermazione dei valori umani ed al soddisfacimento dei bigogni collettivi
    e la promozione delle condizioni per rendere effettivi i diritti di tutti i cittadini;
  • soddisfare le esigenze dei cittadini e/o delle loro formazioni sociali nel rispetto dei regolamenti;
  • la tutela della salute pubblica anche mediante la realizzazione di servizi per lo sport;
  • la salvaguardia dell'ambiente la promozione di ogni attività culturale;
  • l'assistenza ai cittadini più bisognosi e disadattati promuovendo e agevolando tutte le organizzazioni e/o manifestazioni di solidarietà che operano nel campo
    dell'assistenza e protezione anche sotto forma di volontariato.
(cliccare su questo link per una lettura più approfondita e completa dello Statuto Comunale).
LA PIANIFICAZIONE GENERALE
 
La "pianificazione generale" è esplicitata dall'organo politico al vertice dell'Ente che esercita la funzione politico amministrativa.
La funzione politico amministrativa segue un percorso che parte dal programma amministrativo del Sindaco, transita attraverso le linee programmatiche comunicate dal Sindaco all'organo consiliare, trova esplicazione nel Piano Generale di Sviluppo dell'Ente, da considerare quale programma di mandato, e infine si sostanzia nei documenti della programmazione Relazione Previsionale e programmatica e bilancio pluriennale, nella previsione del bilancio annuale e, infine, nello strumento di indirizzo genstionale il piano esecutivo di gestione (riferimento postulato 23 dei principi contabili dell'osservatorio per la finanza e la contabilità degli enti locali del Ministero dell'Interno).
Di seguito è possibile, quindi, consultare (cliccando sul link):
  • il "Programma amministrativo " del Sindaco: il documento contiene gli intenti proposti in sede di elezioni amministrative e valevoli per il quinquiennio 2009-2014;
  • il "Programma di mandato " dell'attuale Amministrazione Comunale: questo documento, adottato ai sensi dell'articolo 46, comma del TUEL n. 267/2000, contiene gli indirizzi per guidare il cambiamento nell'Ente per il raggiungimento di obiettivi politici strategici di lungo periodo (5 anni) interessante il periodo 2009-2014. Il programma di mandato (o linee programmatiche di mandato) è stato esaminato dal Consiglio Comunale del Comune di Cavaria con Premezzo con deliberazione n. 25 del 10/07/2009 e n. 29 del 4/8/2009 e a tutt'oggi il documento non ha subito modifiche.
  • il "Piano Generale di Sviluppo ": questo documento, adottato ai sensi dell'art. 165 comma 7 del TUEL, art. 13, comma 3,  del D.Lgs. n. 170/2006, - principio contabile n. 1 dell'Osservatorio per la Finanza e la Contabilità degli Enti Locali, contiene le linee di azione dell'Ente proposte dall'attuale Amministrazione ed ha lo scopo di specificare e articolare le linee di intervento che l'Amministrazione comunale intende perseguire e sviluppare nell'arco dei cinque anni di mandato amministrativo. Il Piano Generale di Sviluppo è stato approvato dal Consiglio Comunale del Comune di Cavaria con Premezzo con deliberazione n. 24 del 27/4/2010 e a tutt'oggi il documento non ha subito modifiche.
 
Sulla base del Piano Generale di Sviluppo vengono costruiti e modellati gli strumenti di programmazione a medio e breve termine (consistenti in Relazione Previsionale e Programmatica, Bilancio Pluriennale e Annuale, Piano Triennale delle Opere Pubbliche, Piano Triennale Fabbisogno del Personale, Piano delle razionalizzazione, ecc., fino al più dettaglia Piano Esecutivo di Gestione - PEG e degli obiettivi - PRO).
I vari documenti di programmazione e di bilancio annuali e pluriennali (consistenti in Relazione Previsionale e Programmatica, Bilancio Pluriennale e Annuale, Piano Triennale delle Opere Pubbliche, Piano Triennale Fabbisogno del Personale) devono trovare coerenza con gli indirizzi di governo e il piano di sviluppo. Il Piano Generale di Sviluppo può essere modificato, previa verifica annuale, dal Consiglio Comunale in relazione alle risultanze delle verifiche effettuate e alle nuove condizioni di contesto sopravvenute ed in riferimento ai documenti di programmazione annuale e triennale.
L'attuazione della pianificazione avviene attraverso gli obiettivi gestionali/operativi descritti nel Piano Esecutivo di Gestione (PEG) affidati alla responsabilità gestionale e di risultato dei Responsabili di Servizio (questi documenti gestionali  sono consultabili nella sezione dedicata agli atti amministrativi).
 
Tutti i documenti di programmazione di medio e breve termine sopra citati (e di cui all'elenco sottoriportato) sono consultabili nella sezione "atti amministrativi" oppure direttamente presso l'ufficio ragioneria - Responsabile del Servizio Finanziario - rag. Cominetti Simona.

Elenco dei principali documenti di programmazione di medio e breve termine sopra citati valevoli per il periodo di mandato amministrativo 2009-2014:
D.C.C. n. 4 del 02/03/2009 - Approvazione Relazione Previsionale e Programmatica 2009-2011, bilancio pluriennale 2009-2011, bilancio annuale 2009;
D.G.C. n. 122 del 13/05/2009 - variazione al bilancio annuale 2009;
D.C.C. n. 15 del 4/5/2009 - variazione al bilancio annuale 2009;
D.C.C. n. 35 del 30/09/2009 - variazione al bilancio annuale 2009;
D.C.C. n. 36 del 30/09/2009 - ricognizione stato attuazione programmi;
D.C.C. n. 49 del 28/11/2009 - variazione generale al bilancio annuale 2009;
D.C.C. n. 34 del 01/06/2010 - approvazione rendiconto gestione 2009.
D.C.C. n. 27 del 27/04/2010 - Approvazione Relazione Previsionale e Programmatica 2010-2012, bilancio pluriennale 2010-2012, bilancio annuale 2010;
D.G.C. n. 106 del 15/06/2010 - variazione al bilancio annuale 2010;
D.C.C. n. 45 del 27/09/2010 - variazione al bilancio annuale 2010;
D.C.C. n. 46 del 27/09/2010 - ricognizione stato attuazione programmi;
D.C.C. n. 66 del 25/11/2010 - variazione generale al bilancio annuale 2010 e pluriennale 2010-2012;
D.C.C. n. 19 del 26/05/2011 - approvazione rendiconto gestione 2010.
D.C.C. n. 17 del 11/03/2011 - Approvazione Relazione Previsionale e Programmatica 2011-2013, bilancio pluriennale 2011-2013, bilancio annuale 2011;
D.C.C. n. 18 del 26/05/2011 - variazione al bilancio annuale 2011;
D.G.C. n. 120 del 14/06/2011 - variazione al bilancio annuale 2011;
D.C.C. n. 28 del 29/09/2011 - variazione al bilancio annuale 2011 e pluriennale 2011-2013 e relazione previsionale programmatica 2011-2013;
D.C.C. n. 29 del 29/09/2011 - ricognizione stato attuazione programmi;
D.C.C. n. 38 del 25/11/2011 - variazione generale al bilancio annuale 2011 e pluriennale 2011-2013;
D.C.C. n. 15 del 14/05/2012 - approvazione rendiconto gestione 2011.
D.C.C. n. 23 del 25/06/2012 - Approvazione Relazione Previsionale e Programmatica 2012-2014, bilancio pluriennale 2012-2014, bilancio annuale 2012;
D.C.C. n. 25 del 01/10/2012 - ricognizione stato attuazione programmi.